SOS ZONE – L’intervista doppia a Elsa Roselli, responsabile SOS Physique, e a Virginia, cliente del Centro

SOS ZONE è il trattamento di SOS Physique che agisce sul tessuto adiposo costituzionale, localizzato in specifiche aree del corpo. Di che cosa si tratta?

Ne abbiamo parlato con Elsa Roselli, Responsabile di SOS Physique, e con Virginia, cliente del centro che ha provato SOS ZONE e ci ha raccontato la sua esperienza.

Elsa Roselli – Responsabile SOS Physique

In che cosa consiste il trattamento SOS ZONE?

È un trattamento che va a lavorare sulla costituzione della persona, quindi aiuta a ridurre maggiormente i punti critici e a ridare una forma omogenea alla silhouette.

Per quale tipologia di persona è indicato questo trattamento?

E’ un trattamento che utilizza più di un macchinario, a seconda della necessità e della morfologia della persona. Per tutti coloro che hanno un accumulo di peso, per esempio, nella parte inferiore del corpo, utilizziamo delle tecnologie prevalentemente ad ultrasuoni, in modo da drenare e sfiammare il tessuto, dal momento che spesso in questi casi si ritrovano anche problemi circolatori e di gonfiore degli arti e, quindi, c’è bisogno di un trattamento speciale. Mentre, per quanto riguarda la costituzione androide, ovvero l’accumulo nella parte superiore del corpo, utilizziamo delle stimolazioni muscolari molto importanti che in pochissimo tempo vanno a smuovere e a ridurre l’adipe localizzata in quella zona. Devo dire che l’addome è più semplice e veloce da trattare, perché è un tessuto adiposo metabolicamente attivo che si nutre di quello che noi mangiamo. Diversamente, la parte inferiore è sempre più legata a un problema di circolazione o ormonale e, infatti, le donne tendono ad accumulare lì l’adipe.

Che cos’è il tessuto adiposo costituzionale? In che modo si può agire su di esso?

Il tessuto adiposo costituzionale è la costituzione di un corpo e deriva dalla genetica. Sono i primi chili che una persona mette su, è il posto in cui si inizia ad ingrassare. Alcuni iniziano a ingrassare nella fascia addominale, altri invece hanno la costituzione mediterranea (accumulo su gambe, sedere, coulotte e fianchi). Quest’ultima si ritrova nella maggioranza delle donne ancora giovani e in equilibrio ormonale. Quando subentra il fattore della pre menopausa e post menopausa, anche la persona che ha sempre accumulato chili nella parte inferiore, tende poi ad accumularne nella superiore: è, infatti, tipico di questo periodo della vita perdere gli ormoni femminili, acquisire quelli maschili e quindi aumentare di peso nella zona dell’addome, delle gambe, delle braccia e della schiena.

Quali sono i risultati che si possono attendere da SOS ZONE?

Sia SOS ZONE che SOS LINE sono trattamenti che fanno parte del programma di perdita di peso. Intervenire con lo ZONE ci permette di ridisegnare il corpo. A livello di risultato, se una persona perde 5 kg, il che vuol dire una taglia, avrà perso 5 cm (quasi sempre è proporzionale) ma sono 5 cm nei suoi punti critici. Il maggior risultato non è perdere in modo generalizzato, ma nei punti specifici che vogliamo.

Come è possibile mantenere in modo duraturo nel tempo i risultati raggiunti?

Ci sono due strade, sostanzialmente. La prima è quella di pesarsi tutte le settimane. Nel nostro metodo il mantenimento è strutturato in modo tale che una persona debba controllarsi per un mese e mezzo per ogni chilo perso: ciò vuol dire che, se perdo 5 kg, dovrò fare 8 mesi circa di mantenimento. Raggiunto l’obiettivo, noi consigliamo alle nostre clienti di continuare con i trattamenti perché, oltre al controllo sulla bilancia, è importante anche lavorare sempre il tessuto, in modo da non ricostruire ciò che è stato perso, perché il nostro corpo tende a fare questo. Niente è definitivo, portare avanti i trattamenti vuol dire tenere sempre la soglia bassa, cioè evitare questa ricostruzione del tessuto adiposo. All’inizio, per fare un passaggio graduale, si passa a una seduta alla settimana, poi una ogni 10 giorni e, infine, vediamo i nostri clienti due volte al mese per il controllo del peso e il trattamento. A questo punto, se vogliono mangiare un pochino di più, possono farlo, però devono svolgere attività fisica. In generale, il rapporto con la bilancia è importante: mi accorgo che all’inizio le clienti hanno difficoltà con la gestualità del pesarsi, poi salgono di corsa sulla bilancia, perché vedono una risposta positiva e se la fanno amica. Ecco, appena la bilancia diventa una nemica e si comincia a scansarla, vuol dire che c’è qualcosa che non va e che bisogna riprendere in mano la situazione.

Perché un potenziale cliente dovrebbe scegliere SOS ZONE?

Perché è un modo per dimagrire davvero e va a togliere quei chili che magari non si è mai riusciti ad eliminare in quello specifico punto. Non facciamo miracoli: i risultati sono il frutto di una sinergia tra trattamento sul deposito, attività fisica, corretta alimentazione e massaggi di professioniste, che vanno a lavorare e a sciogliere l’accumulo. Il tutto senza quelle conseguenze negative sul tessuto che si possono avere con un dimagrimento, ad esempio, soltanto alimentare.

Virginia – Impiegata, Cliente SOS Physique

Per quale motivo ha sentito la necessità di intraprendere un percorso di questo tipo? Perché ha scelto proprio SOS Physique?

Perché mi sono resa conto che per raggiungere questo obiettivo, cioè stare meglio fisicamente, avevo bisogno di qualcuno che mi seguisse, da sola non riuscivo. In più il Centro è vicino al posto di lavoro, quindi è molto comodo per me raggiungerlo.

Prima di prenotare l’appuntamento si era informata circa SOS Physique e il trattamento che sta seguendo in questo momento?

Ho visitato il sito internet del Centro, per avere informazioni in più. E’ bastato per farmi telefonare.

Quando la Responsabile le ha proposto questo trattamento ha avuto dei dubbi? Cosa l’ha convinta a provarlo?

In realtà ho avuto una reazione positiva. Non ho avuto nessun dubbio in particolare, perché la Responsabile è stata chiarissima nello spiegarmi in che cosa sarebbe consistito e quali effetti avrei potuto avere.

Qual è la sua sensazione durante le sedute?

Il mio problema era localizzato su gambe e fianchi, durante il percorso sono stati utilizzati diverse tipologie di macchinari, come gli ultrasuoni e la vacuum terapia. In questo momento sto provando il Physi (una macchina a forma di capsula chiusa in cui si introduce il corpo, sdraiandosi, mentre la testa rimane al di fuori, ndr). A me questo macchinario non crea alcun problema. A qualcuno potrebbe dare un senso di soffocamento o chiusura, ma a me no. Certo, dopo un po’ di minuti che hai cominciato, hai caldo e sudi, ma è una sensazione ed è proprio ciò in cui consiste questo trattamento, quindi ne sei consapevole fin dall’inizio. Fisicamente a me non ha mai dato problemi, a livello mentale, poi, mi sento tranquilla, rilassata, distesa.

Quali risultati ha riscontrato?

Sopra le aspettative. La Responsabile all’inizio del trattamento aveva prospettato dei risultati, basati su valori e tendenze medi. Invece sto rispondendo più velocemente rispetto alla media e alla tabella di marcia che più o meno ci eravamo ideate. Ogni corpo risponde, ovviamente, in maniera diversa, nel mio caso una risposta del genere incentiva ad andare avanti, vedere certi risultati aiuta a livello psicologico a non mollare. Ho perso più di 6 kg, l’obiettivo è 9 kg: sono in dirittura d’arrivo.

Oltre al dimagrimento, quali sono gli effetti positivi che ha tratto più in generale da SOS ZONE?

Fondamentalmente una maggiore reattività del fisico. Qualche giorno fa stavo correndo dietro a mio nipote in bicicletta e mi sono accorta che riuscivo a farlo in maniera diversa rispetto a 4 mesi fa. Il corpo ha più agilità, mi sento meglio fisicamente, mi sento più a mio agio con me stessa e questo era il mio obiettivo: la mia non è stata una scelta estetica bensì di benessere.